Eventi,Maremetraggio 2009

Maremetraggio 2009: The Short Must Go On!

Autore: Massimo Frezza  |   25 giu , 2009   |  

la-siciliana-ribelle-per-maremetraggio

Ci siamo. La decima edizione di Maremetraggio partirà domani e si preannuncia densa di esperienze visive, con ben 100 corti in concorso, il focus sulla Grecia con la proiezione, in anteprima nazionale, di El Greco, per la regia di Yannis Smaragdis e l’interessante retrospettiva-prospettiva su Alba Rohrwacher. La giovane e brillante protagonista de Il papà di Giovanna sarà a Trieste il 4 luglio, per incontrare il pubblico del Festival, raccontare i suoi sogni e parlare dei suoi progetti futuri.

Senza contare le 15 opere prime in concorso nella sezione Ippocampo, tra le quali è impossibile non citare il vincitore di Locarno, Mar Nero di Federico Bondi, lo splendido Pa-ra-da di Marco Pontecorvo e La siciliana ribelle di Marco Amenta, di cui potete ammirare un’intensa immagine in apertura di post.

Da non perdere, inoltre, l’originale documentario di  Francesco Del Grosso e Daniele Guarnera, intitolato Stretti al vento – Storie di navigazione in solitario, che verrà proiettato il 2 luglio, alle 19.00.

Per il programma completo del Festival, cliccate qui mentre, per il comunicato stampa ufficiale, continuate a leggere qui sotto.

Logout

ilaria-occhini-dorotheea-petre-3_per-post-maremetraggio_25_6_2009

MAREMETRAGGIO
FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO E DELLE OPERE PRIME
DECIMA EDIZIONE
Trieste, 26 giugno – 4 luglio 2009

PER I 10 ANNI DI FESTIVAL
UN OMAGGIO ALLA CINEMATOGRAFIA GRECA,
CENTO CORTI IN CONCORSO
E UNA PROSPETTIVA SU ALBA ROHRWACHER

Maremetraggio si appresta a festeggiare i suoi primi dieci anni di vita con un programma per l’edizione 2009 davvero fuori dal comune. Sarà un’edizione gold, come il colore scelto per il catalogo del festival di quest’anno, ricca di incontri e di novità. Per nove giorni consecutivi, dal 26 giugno al 4 luglio, a Trieste si alterneranno proiezioni cinematografiche e conferenze e incontri con attori e registi, che regaleranno al pubblico una full immersion nel mondo del cinema.

Basta dare un’occhiata ai numeri per farsi un’idea: per la sezione Maremetraggio, dedicata ai cortometraggi italiani e stranieri, sono ben 100 le pellicole in concorso per aggiudicarsi il premio Shop & Play Città Fiera, che destinerà 10.000 euro al migliore lavoro della selezione. Ma saranno tanti i premi in palio: il “Trudi” al migliore corto di animazione, il premio del pubblico “35mm.it”, il premio “Imaghia” al corto che fa bene, il premio “242MovieTv” di 1000 euro al miglior regista italiano, il premio “Associazione montatori” al miglior montaggio italiano.

In concorso, oltre ai 23 corti italiani, anche 15 pellicole spagnole, 13 francesi e 12 tedesche. Tra le opere selezionate tanti lavori europei, dall’Islanda alla Lituania, e qualche chicca extra UE: un corto argentino, uno canadese e uno israeliano, oltre a una coproduzione Svizzera-Turchia.

Oltre a questi 100 cortometraggi, ci saranno anche quindici corti della sezione Cei (in lizza per un primo premio di 2.500 euro), dedicata alle opere provenienti dai paesi appartenenti all’Iniziativa Centro Europea, che verranno proiettati la sera del 3 luglio all’interno della splendida cornice offerta dal Cinema Estivo Giardino Pubblico. Ogni sera il pubblico potrà assistere a circa 15 proiezioni, per un giro del mondo a base di corti.

Grazie alla partnership con la Fondazione Ellenica di Cultura Sezione Italiana, inoltre, a Maremetraggio il 2009 sarà l’anno della Grecia e del suo cinema: una rassegna di cortometraggi greci, selezionati in collaborazione con il Drama Film Festival, introdurrà, ogni sera dal 30 giugno al 3 luglio, le proiezioni dei lungometraggi della Sezione Ippocampo-Opere Prime al Cinema Ariston.

Tra i lunghi in concorso il film d’esordio di Federico Bondi, “Mar Nero”, vincitore a Locarno grazie alla storia estremamente attuale e all’interpretazione magistrale di Ilaria Occhini, “La siciliana ribelle”, storia di mafia diretta dal palermitano Marco Amenta, e “Pa-ra-da”, opera prima di Marco Pontecorvo, figlio dell’indimenticabile Gillo.
Tanti i premi in palio per questa sezione: il premio “Fondazione Antonveneta” alla migliore opera prima, il premio “Fondazione Antonveneta” al miglior attore, quello “Fondazione Antonveneta” alla migliore attrice, oltre al premio della critica e al premio del pubblico alla migliore opera prima, al premio coraggio a un produttore, al Premio scommessa Officine Artistiche a due esordienti.

In programma anche una prospettiva dedicata alla giovane attrice emergente Alba Rohrwacher, con la proiezione di alcuni film e cortometraggi che l’hanno avuta come protagonista. Al termine delle proiezioni Alba incontrerà il pubblico, per narrare la sua storia professionale e i suoi progetti per il futuro.
Ma ci sarà anche la sezione “Oltre al muro”, dedicata ai documentari, che si svolgerà nella Casa Circondariale di Trieste, per portare il cinema anche all’interno delle carceri.

Non mancherà, come al solito, la sezione Corallino, riservata ai cortometraggi prodotti dalle scuole, che da quest’anno vedrà al confronto prodotti di scuole italiane e greche, grazie al ruolo attivo della Fondazione Ellenica di Cultura. I migliori corti italiani riceveranno il premio “Rotary Club Trieste Nord”, “LILT -Sezione di Trieste” e la menzione speciale “Commissariato del Governo nella regione Friuli Venezia Giulia”, mentre per i corti delle scuole greche c’è in palio il premio “Giorgio Costantinides”. I premi verranno consegnati il giorno 27 giugno alle 19.

Oltre alle proiezioni, Maremetraggio ha in programma anche tanti incontri con i registi, gli attori e i produttori ospiti del festival. In particolare, grazie alla Fondazione Ellenica di Cultura, quest’anno un incontro verrà riservato ai cortisti greci che presentano il loro lavoro a Maremetraggio, che insieme ai responsabili del Drama Film Festival,  la maggiore manifestazione ellenica dedicata ai corti, discuteranno a Trieste de “La cinematografia greca dell’ultimo decennio”.

Alla Grecia sarà dedicato anche un evento ad hoc, con un protagonista d’eccezione del panorama cinematografico ellenico: il regista Yannis Smaradgis, che il 3 luglio chiuderà la rassegna dedicata alla Grecia con la proiezione del suo ultimo film, “El Greco”, in anteprima nazionale sugli schermi di Maremetraggio. Smaragdis incontrerà inoltre il pubblico del festival per raccontare la genesi di questa sua ultima opera.

Dal 26 giugno al 20 luglio, inoltre, grazie alla collaborazione tra Fondazione Ellenica di Cultura e Comunità greco-orientale, sarà possibile visitare una mostra dedicata all’arte greca, con l’esposizione di un centinaio di locandine di film ellenici realizzate da noti artisti, messe a disposizione dalla Cineteca Ellenica all’interno della sala della Comunità greco-orientale di Trieste.

Tra gli incontri previsti nel corso del festival non mancherà quello con tutti gli addetti ai lavori ospiti di Maremetraggio, dal titolo “Fotogrammi incrociati”. Ma ci sarà anche una riunione di presentazione dell’associazione “Centoautori” e un meeting realizzato in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, dal titolo “Dal corto al lungo. Quali esordi produrre”. A metà strada tra cinema e letteratura il 3 luglio, sempre nell’ambito del festival, un appuntamento da non perdere sarà la presentazione dell’ultimo libro di Silvio Danese “Il suono della neve” (Bompiani editore).

Il festival triestino ospiterà inoltre un evento speciale dedicato alla vela, con la proiezione di “Stretti al vento – Storie di navigazione in solitario”, cui seguirà un incontro con lo skipper Pasquale De Gregorio e i registi Francesco del Grosso e Daniele Guarnera. Sempre nel corso del festival, il 27 giugno, verrà presentato il progetto di guida sicura “Per un soffio”, in collaborazione con il Commissariato del Governo della regione Friuli Venezia Giulia, mentre il 30 giugno verrà presentato il concorso internazionale di scrittura femminile “Città di Trieste”. Un altro evento speciale sarà la proiezione della pellicola “Medea fuori dal mito”, di Davide Casali, in programma per il 1 luglio. Infine dal 3 luglio, presso la galleria Lipanje Puntin – Artecontemporanea, il pubblico di Maremetraggio potrà visitare la mostra “Senza Tela”, di Manuel Fanni Canelles.

A chiudere il festival, il 4 luglio, saranno le premiazioni finali, seguite in serata da una festa dedicata alla Grecia offerta dalla Comunità greco-orientale di Trieste, con degustazione di cibi tipici e tanta musica.

, , ,


One Response

  1. […] Stasera, si concluderà Filmmakers al Chiostro 2009. Verranno consegnati i premi ai vincitori della quattro categorie in concorso e ci sarà l’incontro con gli organizzatori del Festival Maremetraggio di Trieste. […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *